Raretracce

Cultura – Politica – Musica / America – Roma – Brindisi

A Las Vegas i Repubblicani giocano a carte scoperte/1

Il faccia a faccia dei Repubblicani in Nevada – Il The Post Internazionale ha seguito 

il dibattito di martedì sera a Las Vegas in cui i candidati alla Casa Bianca si sono sfidati apertamente senza esclusione di colpi

Parte prima – UNA settimana dopo il dibattito del New Hampshire i candidati del GOP tornano a sfidarsi a viso aperto sugli schermi della CNN. Nella sfarzosa cornice del Sands Expo Convention Center di Las Vegas i sette sfidanti dell’elefantino non hanno esitato a lanciarsi duri attacchi personali.

Protagonisti indiscussi i tre candidati più chiacchierati delle ultime settimane: l’ex padrino della Pizza Herman Cain, il governatore del Texas Perry e il duro conservatore Romney, obiettivo di feroci attacchi da parte dei colleghi. Assente invece Jon Huntsman che ha preferito presenziare in un evento nel New Hampshire. Al centro della discussione i principali temi del dibattito politico nazionale come le tasse, l’assistenza sanitaria e l’immigrazione clandestina.

Dopo la sigla iniziale in pieno stile Yankee (fin troppo scontato il parallelo con il gioco d’azzardo e la roulette) Anderson Cooper, anchorman della CNN e volto del famoso 60Minutes, introduce gli ospiti concedendo trenta secondi a testa per una breve presentazione. Non prima ovviamente di aver ascoltato il leggendario “The Star-Spangled Banner” intonato dalla star di “Phantom” Anthony Crivello. Già dal rapido giro di presentazioni si capisce che aria tira. Ron Paul si presenta come l’uomo della libertà e Rick Perry come un conservatore autentico e non di convenienza. I toni sono già polemici.

La prima fase del dibattito è tutta incentrata sulle proposte dei candidati in materia fiscale. In primo piano la proposta di Herman Cain che prevede una tassa del 9 % sulle vendite, una imposta sul reddito del 9%  e il 9 %  sulle tasse aziendali. Uno spettatore chiede notizie sulla possibile sostituzione della tassa sui redditi con quella sulle vendite. Il moderatore gira subito la domanda a Michelle Bachmann che enfatizza il suo passato da procuratore federale in materia fiscale e afferma che ogni americano dovrebbe pagare qualcosa per la propria nazione.

La discussione si accende, Romney accusa Cain di presentare un piano troppo complicato mentre Paul lo definisce addirittura pericoloso e regressivo. Seguendo la tradizione libertaria che da anni lo caratterizza, Ron Paul conferma la sua ostilità alle tasse e alla domanda del pubblico risponde semplicemente: “Nulla. Questo è ciò che dovremmo sostituire con la tassa sui redditi”. Romney invece da buon conservatore si dichiara pronto a tagliare le imposte alle classi medie e ai datori di lavoro per rilanciare gli investimenti nella nazione.

Mentre la Bachmann afferma di voler seguire le orme di Reagan e del suo miracolo economico di inizi ‘80, Rick Perry scomoda addirittura l’OPEC “che tiene in ostaggio l’America” e lancia un piano di indipendenza energetica da cui ricavare almeno 1,2 milioni di posti di lavoro. Finalmente prende la parola Rick Santorum che suggerisce aiuti ai bassi redditi, rimprovera il declino del “Made in USA” e propone sgravi fiscali ai produttori che riportano gli investimenti negli States.

Intanto i toni si fanno più accesi. Romney viene messo alle strette da Gingrich e Santorum sull’abolizione dell’Obamacare che a detta dei due ricorda fin troppo la riforma sanitaria attuata dal governatore nel “suo” Massachusetts. E mentre Michelle Bachmann si dice convinta del fallimento della proposta medica di Obama, il presentatore Anderson Cooper lancia il primo stacco pubblicitario.

The Post Internazionale 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: