Raretracce

Cultura – Politica – Musica / America – Roma – Brindisi

In tema di sicurezza gli americani preferiscono sempre l’elefantino

Che i Repubblicani fossero più attenti al tema della Homeland security era chiaro, ma i dati del sito-web Gallup.com, noto per i sondaggi d’opinione su temi politico-sociali, offrono lo spunto per una riflessione più accurata

IN questi giorni il sito-web Gallup.com, noto per i sondaggi d’opinione su temi politico-sociali, ha monitorato l’attenzione della popolazione Americana verso il problema della sicurezza nazionale e delle politiche d’intervento attuate dal governo. Ad una decade dalla tragedia di Ground Zero e dopo quasi tre anni dall’elezione di Barack Obama, l’America si scopre ancora insicura e poco convinta delle capacità di questa amministrazione nel dare risposte concrete in tema di difesa nazionale.

Pur considerando il tema del lavoro e della disoccupazione come il problema fondamentale, gli americani appaiono tuttora legati alla questione della sicurezza nazionale. Il 49% di essi è convinto che una presidenza a guida Repubblicana sia più capace a gestire situazioni di pericolo pubblico e di minaccia per la nazione. Inoltre, nell’insoddisfazione diffusa tra la popolazione nei confronti della politica nazionale (11% nel mese di agosto e settembre, tra i peggiori trend dal 1979) emerge anche un altro dato significativo: il 55% degli americani si dichiara insoddisfatto dei due principali partiti nazionali e ritiene necessario l’emergere di un outsider lontano dalle politiche di governo ma dai tratti decisamente distinti rispetto ai tanti volti noti dell’area Repubblicana.

L’attuale inclinazione degli americani comunque non è una vera e propria sorpresa. Nell’ultimo decennio infatti, esclusa una breve parentesi nei mesi finali dell’era Bush, il GOP è sempre stato ritenuto più capace nel gestire situazioni di difesa nazionale. Che i Repubblicani fossero più attenti al tema della Homeland security era chiaro, ma i dati di Gallup.com offrono lo spunto per una riflessione più accurata.

Dieci anni dopo l’undici settembre, infatti, l’insicurezza economica ha sostituito la sicurezza nazionale come principale preoccupazione del cittadino statunitense lasciando ad Obama poco credito in tema di risultati ottenuti. Eppure i successi non sono mancati: basti pensare alla cattura di Osama Bin Laden o all’uccisione di Anwar al-Awlaki di qualche giorno fa. Successi che appaiono quasi oscurati dall’incapacità di questa amministrazione nel dare risposte concrete in tema di disoccupazione e crisi economica.

E’ noto tuttavia che il tema della sicurezza nazionale sia da sempre un cavallo di battaglia dei Repubblicani. Certo è  che molti elettori di Barack Obama sono rimasti negativamente colpiti dalla durezza delle politiche in materia di antiterrorismo ed interventismo, non tanto differenti da quelle di Bush.

Altro fattore determinante sui consensi è da ricercare nella mancata coesione in casa democratica. Un vero e proprio fuoco amico che ha spesso portato noti esponenti del partito dell’asinello a criticare pubblicamente le politiche del presidente. Tutto questo non ha fatto altro che accrescere la confusione negli elettori già condizionati dal difficile momento economico del paese e talvolta dubbiosi sull’effettivo impegno del partito in tema di sicurezza. C’è chi pensa infatti che questo sia dovuto più alla ricerca di consensi che ad una sincera posizione politica.

A tre anni dalla propria elezione Barack Obama si trova a dover lottare su più fronti. Il contrasto con il suo predecessore non potrebbe essere più netto. Mentre G.W. Bush poté godere di una popolarità impensabile e dovuta all’effetto post-Undici Settembre, Obama si trova nello strano paradosso per cui l’enfasi dell’operazione Bin Laden è durata appena un mese. Forse fino a qualche anno fa sarebbe stato impensabile che la cattura del più famoso latitante al mondo non avrebbe pagato in termini di consensi. Segno che i tempi sono davvero cambiati.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: