Raretracce

Cultura – Politica – Musica / America – Roma – Brindisi

Il mondo secondo Ron Paul, tutte le posizioni di “Mr. No”

Antimilitarista, isolazionista, antistatalista, di lui si è detto di tutto. Certo è che le sue posizioni sono davvero inusuali per appartenere all’ala repubblicana. Dal tema della sicurezza nazionale a quello della politica estera, su ogni questione rilevante Ron Paul ricopre posizioni in forte contrasto con le opinioni in voga tra i repubblicani tanto da essersi guadagnato nel tempo l’appellativo di “ Mr. No”. Strenuo oppositore della corrente Neocon, tanto di moda negli anni di George W. Bush, Paul crede fermamente nella libertà del singolo a scapito dell’ingerenza dello stato federale in materia fiscale, militare e dei diritti civili

LA LIBERTA’

La tutela delle libertà individuali sembra essere un vero mantra per Ron Paul, scandita con fermezza in ogni incontro pubblico. Il ruolo del governo, per l’anziano deputato, non è quello di modellare la società e il popolo, ma di preservare la libertà del cittadino. E’ questo lo scopo principale della Costituzione e dell’azione politica. A novembre, in un incontro televisivo, Paul definì il PATRIOT ACT come antipatriottico perché, paradossalmente, mina la libertà dei cittadini americani. In quella stessa occasione aggiunseche “non bisogna mai rinunciare alla libertà per la sicurezza”.

LA POLTICA FISCALE: VIA LA FED, SI ALL’ORO

Uno dei cavalli di battaglia del pensiero di Ron Paul è sicuramente quello della politica monetaria. Non è impossibile trovare i suoi fan ai raduni del Tea Party così come a quelli del movimento di Occupy Wall Street. Per Paul la FED ha stampato troppo denaro svalutando la moneta e facendo aumentare i prezzi. Egli ha più volte affermato che l’origine di tutti i mali dell’economia è iniziata con l’abolizione del sistema aureo e le separazione dell’oro dal dollaro, verificatasi nel 1971 durante l’amministrazione Nixon. E’ per questo che quattro anni fa ha presentato un progetto di legge che mira ad abolire la Federal Reserve e ripristini le prerogative della politica monetaria così come stabilite dalla Costituzione. Gli Stati Uniti, per Paul, dovrebbero coniare soldi e battere moneta tramite il Congresso, e non tramite una banca come la FED. Lo scorso marzo inoltre Paul si è opposto al salvataggio delle banche da parte del governo e ha presentato unalegge sulla libera concorrenza della valuta nella quale viene abolita ogni restrizione alla monetazione privata.

SICUREZZA, POLITICA ESTERA E GUERRA AL TERRORISMO: USCIRE DALLA NATO E ISOLARSI

Nel suo recente libro Paul parla del proprio paese come “dell’impero più aggressivo, espansionistico ed esteso nella storia del mondo”. Tutto ciò, per Paul, non è più tollerabile. Per questo gli Stati Uniti devonosemplicemente ridurre il budget militare, abolire la CIA e uscire dalla NATO. Fuori da tutte le organizzazioni internazionali e alleanze globali, non solo la NATO, ma anche l’ONU e l’OMS. Fuori anche dalla NAFTA e dall’OMC per far si che tutti gli accordi commerciali si basino sul libero scambio, senza interferenza alcuna da parte del governo.

In chiave antiterrorismo, poi, per Paul bisogna cessare ogni tipo di uso della forza nel trattamento dei detenuti, partendo dal bandire l’uso della tortura. Gli Stati Uniti dovrebbero abbandonare qualsiasi pretesa di ingerenza negli affari esteri. Altrimenti si rischiano solo nuovi “11 settembre”. La via da seguire è quindi quella dell’anti interventismo, cessando il sostegno economico verso i paesi “amici”, compreso Israele, e richiamando al ritiro tutti i soldati Americani sparsi nel globo, incentrando ogni risorsa nella difesa del territorio americano. Un paese quindi neutrale e isolazionista ma capace di dare vita a uno sviluppo armonico del commercio con i maggiori attori dell’economia mondiale.

DIRITTI CIVILI: PIU’ LIBERTA’ AI CITTADINI, MENO INGERENZA DELLO STATO E NO ALL’ABORTO

Sul tema dei diritti civili, “Mr. No” è ancora più radicale, fatta eccezione per il tema dell’aborto per il quale converge con tutti gli altri candidati delle primarie. “Sono un medico ginecologo e so che il feto è vita. E che l’aborto è un omicidio terribile” ha dichiarato qualche tempo fa il candidato di Pittsburgh. Paul ha affermato tuttavia che le leggi sull’aborto devono essere delegate ai singoli Stati e non alle istituzioni federali. E’inoltre contrario all’eutanasia e alla ricerca sulle cellule staminali. In tema di droghe, invece, per Paul si deve procedere a una politica di liberalizzazioni e affrontare il problema della tossicodipendenza in modo clinico e non prettamente criminale. Se parliamo di immigrazione, invece, Ron Paul ha una linea precisa: quella della fermezza. Egli si oppone alla sanatoria per gli immigrati illegali e crede che la protezione delle frontiere degli Stati Uniti debba essere la “priorità assoluta in tema di sicurezza nazionale”. E’ contrario alla pena di morte definita “incivile”, ma è fermamente convinto del diritto di ogni cittadino a possedere un’arma da fuoco a scopo difensivo.

CHI VOTA PER LUI

In Iowa Paul ha ottenuto il 21 per cento dei voti. Di questi il 48 per cento era di giovani under 30. Questi ultimi sembrano essere il punto di forza di Paul che con le sue proposte “giovanili”, come quelle sulla privacy in internet, il no agli interventi militari all’estero e l’avversione per le banche, si è conquistato il voto di tanti teenager. Anche in New Hampshire, dove ha raccolto il 24 per cento dei consensi, Paul ha potuto contare sul supporto dei giovani e degli indipendenti che vedono in lui una figura opposta a quella di Barack Obama e al contempo lontana dai classici dogmi dei Repubblicani.

The Post Internazionale 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: