Raretracce

Cultura – Politica – Musica / America – Roma – Brindisi

Wikipedia su Di Gennaro…

Annunci

4 commenti su “Wikipedia su Di Gennaro…

  1. Sendivogius
    21/05/2012

    E’ il problema di un’enciclopedia “aperta”, nell’impossibilità di controllare le modifiche (anonime) e verificare gli ‘aggiornamenti’ in tempo reale di improvvisati relatori non certificati….
    Soprattutto, il problema è aggravato dall’eccessiva inflazione di idioti da tastiera, che non riescono proprio a capire la differenza tra opinione e valutazione critica, tra propaganda e attenta circospezione di fonti e citazioni, ignorando completamente l’asettico distacco che una enciclopedia (foss’anche on line) deve mantenere, per essere necessariamente credibile e quindi “universale” nella sua funzione divulgativa.
    D’altra parte, anche più blasonate enciclopedia cartacee risentono dello zeitgeist che influenza la parzialità dei redattori, ma non per questo squalificherei l’esperimento di wikipedia (la versione in inglese è superlativa).. Anzi! Per esempio, l’ultima stesura della Reale Enciclopedia di Spagna è una raccolta di imbarazzanti voci apologetiche del franchismo.
    Tuttavia, com’è noto, la stupidità fa sempre notizia rispetto alla sobrietà. E’ grave quando però le si forniscono attenuanti e magari ci si ride sopra (Memento bunga-bunga).

    • raretracce
      21/05/2012

      Concordo. C’è da sempre un grande dibattito sull’efficacia di un tipo di enciclopedia costruita in questo modo. Personalmente io leggo quasi sempre ( anche in relazione a temi nazionali) la versione inglese!
      Comunque, qualche anno fa, ricordo di aver letto un’intervista sull’Espresso ad un noto scrittore che diceva di aver dovuto correggere la propria pagina di Wikipedia perché piena di errori e invenzioni, pensa che paradosso!
      Detto questo, viva la democrazia e l’informazione ragionata. Quindi, ben venga Wiki ma nella consapevolezza, da parte di chi la utilizza, di avere a che fare con un mezzo che non sempre distingue “tra opinione e valutazione critica”.
      Ps un’aspetto davvero formidabile però è la grandissima presenza di note e di documenti che si possono trovare ed estrapolare dalle varie pagine. Una vera risorsa per chi ha voglia di fare ricerca critica.

  2. raretracce
    21/05/2012

    Ricollegandomi al tuo post, penso sia significativa questa lettera che ho letto tempo fa sul sito ByoBlu.com

    http://www.byoblu.com/post/2011/10/06/Se-Wikipedia-ti-diffama-e-poi-ti-banna.aspx?page=all

    • Sendivogius
      27/05/2012

      Solitamente, la scrupolosa citazione delle fonti (meglio se supportata di links aggiuntivi) dovrebbe limitare il verificarsi di simili inconvenienti. Dopo di ché dovrebbe esserci anche un minimo di onestà intellettuale e di bon ton etico (chiamiamolo così). Ma sembra che in Italia tutto diventi incredibilmente complicato nella miseria delle sue beghe da pollaio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 12/05/2012 da in PressTalk.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: