Raretracce

Cultura – Politica – Musica / America – Roma – Brindisi

I dieci link più populisti di Facebook.

” I giovani di vent’anni attraverso la rete fanno cambiamenti epocali” affermò tempo fa Beppe Grillo.
In attesa di vederli ecco qui il peggio della rete: i link più demagogici, populisti o semplicemente stupidi,  che si possono trovare in rete, per la precisione nelle pagine e nei gruppi di Facebook ( non nei profili privati).
Una maionese impazzita che spesso utilizza temi tragici, come l’immigrazione, o magari fastidiosi, come i costi della politica, per dire nient’altro che balle o, nella migliore, cose vere ma senza alcun collegamento tra loro.
Tutto vero! O forse sarebbe meglio dire, falsamente vero.

1
Al numero uno ( e non poteva essere altrimenti) l’ennesima direttiva europea che penalizza il nostro paese: la tassa sul bidet! Addirittura 50.000 euro ( a persona o a bidet?) .
Immancabili le dichiarazioni sul gravissimo tema  
“L’Italia si adegui ed elimini tutti i bidet dai locali pubblici e dalle abitazioni private” – ha dichiarato perentorio il presidente della Commissione Europea, Barroso.”
D’altronde chi è che non usa il bidet nei locali pubblici? Presenti ovviamente anche fantomatiche dichiarazioni politiche, come quella di Matteo Renzi che dice: “l’abolizione del bidet potrebbe rappresentare un primo passo verso un’Europa che non si senta unita solo dalla moneta”.
Qui maggiori info.
1

2
Medaglia d’argento per un tormentone dei link populisti in rete: l’immigrazione. Qui si denunciano gli indecenti privilegi degli immigrati che, ovviamente, non gradiscono i benefits e rispondono con la violenza.
Eccoli scioperare a Lampedusa a causa della scarsa qualità del pesce e, ancora, mettere a ferro e fuoco le strade di Bari e Lucca per ottenere assegni da 1.500 euro. E gli Italiani che fanno? Nulla ovviamente, mentre gli altri “si fottono la patria”, concetto astratto ma in fin dei conti poetico.
23
Terzo posto del podio per Roberto Vecchioni, colpevole di intascare “frutti in denaro” in combutta col “partito sinistro” per la difesa delle coppie omosessuali. Il cantante, e neo candidato al nobel, aveva preso posizione nella querelle creatasi dopo le dichiarazioni di Guido Barilla della scorsa settimana.
34
Tornando sul tema più caro ai creatori di Link stupidi, come non citare i grandi paralleli insensati. Questo è uno dei più divertenti: un elevato scambio di battute tra la Boldrini e il Duce che tra le altre cose le ricorda che “merita una fucilata”. Sobrietà noir.
45
Quinto posto per un altro classico: gli stipendi dei personaggi della tv. In questo brillante esempio il parallelo tra quelli di Fazio, Littizzetto e Clerici che con le loro trasmissioni regalano alla Rai entrate milionarie, ma questo non importa. Vuoi mettere gli operai, i lavoratori, i disoccupati..
5
6
Tormentone degli ultimi giorni è il post dedicato al lutto nazionale per la tragedia di Lampedusa. Una cosa “vergognosa” a leggere i commenti accanto alla foto. Però dai, per la Costa Concordia mica l’hanno fatto! Per il bus precipitato in Irpinia si, ma meglio non dirlo e rincoglionire la gente con un po’ di sano razzismo. Da notare la chicca “un’italiano” con l’apostrofo.
67
Sintetico ma efficace è il link dedicato al padre che ruba l’arrosto dalla brace per il figlio. Ovviamente per lui pronti sei mesi di carcere, nulla invece per la famiglia Rom che ha rapinato ben cinque case.
78
Altra clamorosa scoperta degli amici della “NuovaForzaItalia” : i senatori della giunta per le autorizzazioni sono eletti in dei partiti!! E’ un complotto! Stefania Pezzopane, ex presidente della Provincia dell’Aquila, del Pd è chiaramente una infiltrata.
89
Nona posizione per Annalisa, povera Italiana costretta a lavare i pavimenti per trecento euro al mese perchè nata in Italia. Tutt’altra vita per coloro che si chiamano “Immigrati” ( proprio di nome di battesimo) e che appena arrivati percepiscono ben 900 euro cadauno. Sapevatelo.
910
Gran finale con il re dei link insensati su Facebook, il cantante (?) Povia.
Con questo link pubblicato sulla sua pagina ufficiale un intelligentissimo parallelo tra una protesta dei 5 stelle ( di solito protagonisti di link populisti ma questa volta “vittime” ) sulla legge anti omofobia e un minestrone di ipotetici problemi del nostro paese. Mentre loro si baciano, infatti, le aziende chiudono, l’11% (di chi? di cosa?) non si possono curare ( perchè? ) e poi, soprattutto, come non parlare dell’immigrazione che il governo favorisce con i nostri soldi. A proposito di soldi, perchè nessuno che parla del ritorno alla lira? Vergogna!

 10

Annunci

5 commenti su “I dieci link più populisti di Facebook.

  1. Pingback: I dieci link più populisti di Facebook. | Arti e bagagli

  2. mizaar
    08/10/2013

    grazie a bruno sono arrivata sulle tue raretracce. grazie per questo post, sto ridendo piegata in due ( superlativo il primo posto! )

    • raretracce
      08/10/2013

      Grazie mille per gli apprezzamenti mizaar !! La cosa tragicomica è che sono tutte cose vere!

      • mizaar
        09/10/2013

        forse è per questa ragione che a volte diciamo che la realtà supera la fantasia? strano mondo, il web! 🙂

  3. Pingback: alcuni aneddoti dal futuro degli altri | 08.10.13 | alcuni aneddoti dal mio futuro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: