Raretracce

Cultura – Politica – Musica / America – Roma – Brindisi

Anche gli 80’ avevano la loro “dolce vita”

Capita spesso che alcuni artisti riescano a produrre una hit di successo, un singolo che magari supera i confini nazionali e viene premiato e apprezzato in tutto il continente. Allo stesso modo capita che, successivamente, lo stesso artista non riesca a ripetersi, divenendo ben presto meno popolare fino a cadere nel dimenticatoio. Gli anni ottanta sono pieni di questi esempi. Pieni di gruppi meteora di cui spesso neanche ricordiamo il nome ma magari conosciamo a memoria il loro unico brano.Ryan Paris Dolce Vita
Ad esempio se vi parlassi di Fabio Roscioli, cantante romano classe ’53, in pochi saprebbero individuare di chi stiamo realmente parlando. Se invece vi citassi Ryan Paris e la sua “Dolce Vita” molti di voi inizierebbero a ballare e canticchiare il famoso motivetto del 1983. Ci troviamo, infatti, dinanzi a un brano della c.d. disco italiana che spopolò nella prima metà degli anni 80. Uno dei suoi maggiori artefici era senza dubbio Pierluigi Giombini, produttore di successo e ideatore di brani come “I like Chopin” di Gazebo, anche lui Italiano, o dello stesso Ryan Paris. Quest’ultimo con il brano “Dolce Vita” varcò i confini nazionali e partecipò per ben due volte a “Top of the pop” inglese, trasmesso dalla gloriosa BBC.
Il brano contiene tutta l’essenza della musica pop di quegli anni. Risulta ballabile e inizia da subito con una base accattivante. Sfortunatamente, invece, il videoclip prodotto per la sua diffusione internazionale è abbastanza scontato e poco creativo. Girato a Parigi, per l’ovvio collegamento con il nome d’arte del cantante, il video è un insieme di balletti improbabili e primi piani dell’artista che accompagna le ballerine impegnate nel correre e danzare sui pattini a rotelle,tanto amati in quel periodo.
Una curiosità importante è l’inserimento del brano nella soundtrack del primo “Vacanze di Natale”, quello appunto del 1983. La canzone è presente in tutte le scene iniziali e finali e fa da cornice alle esilaranti battute di Mario Brega, Gerry Calà e un giovanissimo Claudio Amendola.

Articolo per il blog: aromadi80.blogspot.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: