Raretracce

Cultura – Politica – Musica / America – Roma – Brindisi

Brindisi e Roma unite dal declino

Articolo per Agenda Brindisi.

Quando nacque questa rubrica, si pensò ad uno spazio con cui raccontare la nostra città da una angolazione più ampia. “Vista da Roma”, appunto.
L’idea, come descritto nell’articolo “inaugurale”, era quella di fare emergere il punto di vista di chi vive parte dei propri giorni nella Capitale, ma anche tutte quelle similitudini tra le due realtà, un tempo unite dal vessillo del glorioso impero romano, ed oggi nel pieno di una obbiettiva crisi d’identità.
I parallelismi tra Roma ed il nostro capoluogo, difatti, ultimamente sembrano sprecarsi.
Sarà per il difficilissimo momento politico che attraversano entrambe, sarà per la guida (impalpabile) di due prime cittadine donne (primo caso in entrambe le amministrazioni), o, soprattutto, sarà per la eloquente crisi sociale e culturale che, da un po’ di anni, è tangibile in entrambi i luoghi.
Ciò che fa rabbia, comunque, è quella sensazione di stallo, unita ad una sciatteria diffusa e causata, per buona parte, dagli stessi cittadini. Come non pensare, difatti, al tema dei rifiuti? In entrambe le città vi è una micidiale combinazione tra l’inadempienza di chi, a volte, avrebbe dovuto gestire lo spinoso tema della raccolta rifiuti e la maleducazione dei cittadini. Molti dei quali, ad esempio, del tutto disinteressati al tema della raccolta differenziata. Si pensi solo che rispetto al livello “accettabile” medio del 65%, a Roma il servizio è intorno al 43% e a Brindisi non arriva nemmeno al 30%.
Il risultato è una situazione di indecorosa sporcizia. In centro, come in periferia.
Ma c’è dell’altro: le due città condividono quell’amarezza diffusa per l’l’enorme potenziale che, ovviamente con le dovute differenze, potrebbe emergere da un miglior sfruttamento del proprio patrimonio artistico. Ad una “Porta Maggiore” da anni abbandonata a barboni e spacciatori, corrisponde un Monumento al Marinaio chiuso ai turisti e invaso dall’umidità. Riguardo ad uno dei maggiori simboli cittadini vi è, peraltro, un tema ulteriore. Come ricordato proprio in questi giorni dall’Arch. Marinazzo, il progetto di riqualificazione della struttura, è bello che pronto, in attesa di un cenno di vita da parte dell’Amministrazione Comunale. Un motivo per ulteriore amarezza.
Gli esempi sui monumenti non valorizzati ed abbandonati, comunque, sarebbero fin troppi per entrambe le città. Ma il tema è estendibile, comunque, a tutti i settori vitali delle due comunità.
Riguardo Roma, ad esempio, lascia l’amaro in bocca la notizia dell’addio di Sky dalla Capitale.
Da qualche giorno, infatti, il network internazionale ha comunicato l’intenzione di trasferire tutto a Milano, mandando in esubero circa duecento dipendenti e trasferendone altri trecento nel capoluogo lombardo. Le motivazioni? Come spiegava il Corriere qualche giorno fa, “a necessità di investire in un quadro di certezze e stabilità” vi è una città in cui “manca un piano di sviluppo digitale per stimolare il tessuto economico…”.
E per una Capitale ancora troppo lontana dalla dimensione europea, “insicura e inefficiente nei trasporti, che ogni giorno presenta costi esorbitanti a causa di una burocrazia lenta e indisponente”, vi è una piccola cittadina come la nostra, ancora troppo distante dall’avere quelle capacità attrattive che sappiano avvicinare le realtà imprenditoriali, piccole o grandi che siano.
Parafrasando Vincenzo Monti: se a Brindisi si piange, di certo a Roma non si ride.

articolo-23

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: