Raretracce

Cultura – Politica – Musica / America – Roma – Brindisi

Brindisi e Roma, un caos comune

Sembra proseguire la curiosa sintonia che sta caratterizzando la gestione di Brindisi e della nostra Capitale. Anche in questi giorni, infatti, non si può fare a meno di sottolineare la singolare connessione che lega le due città nell’affrontare i rispettivi problemi.
Mentre la stampa locale di entrambe, si sofferma sull’emergenza rifiuti, compare, forte, il tema dell’appetibilità turistica che, seppur con le dovute differenze, trova le due città in difficoltà.
Ma non è tutto: il curioso parallelismo riporta alle parole di qualche giorno fa della nostra prima cittadina che, anche abbastanza sorprendentemente, in merito all’emergenza rifiuti ha addirittura invocato l’intervento dell’Esercito. Fin troppo facile il collegamento con l’allora Sindaco di Roma Alemanno che si guadagnò mesi di parodie per il suo “Chiamo Esercito” pronunciato avventatamente nel pieno dell’emergenza maltempo del 2014.
Amarcord a parte, Roma sembra vivere uno dei momenti più bui della sua millenaria e gloriosa storia.
La Capitale, quella che mercoledì il quotidiano La Repubblica ha sorrentinamente ribattezzato “La grande immondizia”, è avvolta dai rifiuti proprio come Brindisi. Sporca e impreparata all’accoglienza dei turisti, la città vede un calo delle prenotazioni anche durante il periodo di Pasqua. E, come se non bastasse, l’amministrazione capitolina si trova a combattere per la sopravvivenza di molte delle sue aziende municipalizzate. In testa l’ATAC, che gestisce il trasporto urbano. Un dato curioso, ma emblematico, sul tema trasporti: a Roma brucia un autobus in strada ogni 96 ore.
E’ comprensibile, perciò, che in un contesto del genere la città risponda come può: a Roma, come a Brindisi, ci si organizza a livello civico. Si moltiplicano, difatti, le associazioni di cittadini impegnate nella cura del decoro urbano, nella pulizia e nella manutenzione ordinaria. Dai gruppi che nella Capitale si interessano quotidianamente per la copertura delle buche stradali (con i quali in alcuni Municipi le giunte locali hanno addirittura stipulato delle collaborazioni), ai giovani brindisini che promuovono, sponsorizzandoli sui social, dei momenti di raccolta collettiva dei rifiuti lungo i parchi della litoranea, inaugurati da qualche anno e mai davvero gestiti nella loro amministrazione ordinaria.
Aumentano anche le “denunce” online. La pagina Facebook dei lettori e amici di questo settimanale, raccoglie quotidiane segnalazioni, spesso fotografiche, di cittadini stanchi e arrabbiati per l’aumento costante del degrado urbano. E verrebbe da chiedersi se i nostri amministratori, ben presenti sulle piattaforme digitali, ogni tanto, guardando queste immagini, non provino un po’ di imbarazzo.
Insomma, che sia nella Capitale, o nel nostro capoluogo, crescono sempre più le iniziative spontanee, nate dalla voglia di fare qualcosa mentre, nella piena inattività delle amministrazioni locali, i cittadini assistono alla lenta decadenza dei propri luoghi di appartenenza, sempre più trascurati e abbandonati.
Una “ribellione civica”, insomma, che non può e non deve divenire la regola ma, al massimo, una lodevole eccezione. Perché è giusto ricordare che questa città paga una tra le tasse più alte del paese, almeno per quanto riguarda il tema dei rifiuti. Per questo esigere che non si viva in una pattumiera urbana è il minimo sindacale.
Eppure a Palazzo di Città non sembrano minimamente imbarazzarsi. E risuonano più che mai attuali le parole di Sant’Agostino:  “E’ una cosa vergognosa non avere nulla di cui vergognarsi”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 11/04/2017 da in Articoli su Brindisi con tag , , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: